Hugo Pratt, Lignes d’horizons: la mostra al Musée D’Aquitaine a Bordeaux, anteprima del viaggio

DDentro è tutto pronto. Quelli del museo avvertono che “i gabbiani di Hugo Pratt sono già entrati a visitare la mostra”. Ma bisogna aspettare, per il rispetto delle norme anti Covid, che il governo francese riapra i musei ai visitatori.

Intanto però al Museo d’Aquitania, a Bordeaux, è terminato l’allestimento di “Lignes d’horizons”, la mostra dedicata ad Hugo Pratt nata da un concept originale di Cong Sa, che dopo il grandissimo successo del Musée des Confluences di Lione con più di 500mila visitatori, è approdata (con qualche novità in più) nel bellissimo e centralissimo museo di storia, archeologie ed etnografia di Bordeaux.

L’attesa è molto grande e il direttore del Musèe d’Aquitanie Laurent Védrine ha deciso di regalare a tutti gli amanti del maestro veneziano e papà di Corto Maltese, un “dietro le quinte” delle ultime sistemazioni delle opere nelle sale. Accompagnati da Paul Matharan, curatore della mostra, e da Stephane Lormeau, responsabile tecnico del museo, entreremo tra le statue, le vignette, i ritratti, i velieri, gli sguardi cattivi di Rasputin e quelli più ambigui di Cush, in un percorso sensoriale fatto di immagini, musiche, suoni e ricostruzioni.

L’anteprima è molto stimolante e ci fa venire ancora più voglia di andare – appena sarà possibile – a vedere la mostra anche perché Bordeaux è una città bellissima da visitare, il cibo è fantastico e anche il vino non è male…. Nel frattempo, aprite virtualmente le porte del museo insieme a noi.

Il Concept della mostra: Vi siete mai chiesti da dove nascono i personaggi e le storie narrata da Pratt? Se pensavate che fossero il frutto del genio e della fantasia dell’autore avete ragione solo a metà. Perché un Pratt, oltre che disegnatore istintivo e narratore sublime, era anche un bibliografo, uno storico, un sociologo ed un musicofilo. In questa mostra scopriremo i richiami etnografici delle sue avventure e la storicità dei racconti, accompagnati da musiche e suoni che da sempre accompagnano il cammino dell’uomo.

Hugo Pratt Bordeaux

Il museo d’Aquitania ha aperto le sue porte al pubblico il 9 gennaio 1987, ma la storia delle sue collezioni è molto più antica: oggi, grazie alle prestigiose collezioni che riunisce, è un eccezionale museo enciclopedico ed etnografico oltre che un riferimento del patrimonio in Francia, per le diversità di opere che spaziano dall’archeologia alle civiltà extraeuropee.

Musée D’Aquitaine
20 cours Pasteur
33000 Bordeaux

Immagini e immaginazioni della mostra

Oltre le porte della mostra di Hugo Pratt a Bordeaux

La mostra in gioco