La storia di Corto Maltese

Il mio nome è Corto, Corto Maltese.
Sono nato a Malta, il 10 luglio del 1887, almeno così mi dicono.
Della mia prima infanzia ricordo una bandiera piena di croci e una barba rossa, quella di mio padre. Mia madre? Una gitana di Siviglia. Era talmente bella che il pittore Ingres se ne innamorò follemente, non so se sia vero, lei non mi parlava mai di queste cose.

Ricordo una casa bellissima con un patio pieno di fiori vicino alla moschea di Cordoba, e ricordo bene il giorno in cui un’amica di mia madre mi prese la mano sinistra e la guardò inorridita, non avevo la linea della fortuna. Non ci pensai molto, presi un rasoio di mio padre e me ne tracciai una da solo, lunga e profonda. Non credo di aver aumentato la mia dose di fortuna, ma sono sempre stato libero e questo basta.

Mio padre se ne andava in continuazione e tornava sempre meno. Lui veniva da Tintagel, in Cornovaglia, un posto pieno di fate e maghi. Sosteneva di essere il nipote di una strega di Man che aveva un gatto rosso, ma diceva un sacco di cose quando si perdeva fra le bottiglie.
Ho studiato alla scuola ebraica de La Valletta e poi a Cordoba con il rabbino Ezra Toledano, fu lui a iniziarmi alla Torah e a raccontarmi altre storie segrete.
In ogni caso, quello che ricordo meglio fu il giorno in cui partii da Malta e m’imbarcai sul Vanità Dorata, un magnifico tre alberi, da allora ho sempre navigato in giro per il mondo.
Conobbi Rasputin, Jack London e tanti altri, imparai a ballare il tango a Buenos Aires, nelle Antille e in Brasile conobbi Esmeralda e i riti vudù. E poi ci furono le Indie, la Cina, le isole dei Caraibi fra pigre verande e sparatorie e quelle del Pacifico, con Escondida, la più strana fra tutte, fra monaci e corsari. Ho visto un treno carico d’oro precipitare in un lago ghiacciato in Mongolia, ho condiviso i silenzi del deserto con un guerriero, il verde e le lacrime con una bellissima fata irlandese, ho cercato gioielli e sogni impossibili lungo i canali e sopra i tetti di Venezia.

Non sono un eroe, mi piace viaggiare e non amo le regole, ma ne rispetto una soltanto, quella di non tradire mai gli amici.
Ho cercato tanti tesori senza mai trovarne uno, ma continuerò sempre, potete contarci, ancora un po’ più in là…

1887

Corto Maltese nasce il 10 luglio 1887 a La Valletta (Malta). Il padre è un marinaio inglese, originario di Tintagel, in Cornovaglia, la madre è una gitana di Siviglia. I genitori si sono conosciuti a Gibilterra, dove la madre era conosciuta con il nome di “La niña di Gibilterra” e sembra sia stata una modella del pittore Ingres (1780-1867)

1887-1903

Corto Maltese trascorre la sua infanzia a Gibilterra, quindi a Cordoba dove abita nel quartiere ebreo. Frequenta la scuola ebraica di La Valletta, diretta dal rabbino Ezra Toledano (amante della madre quando si trovavano a Cordoba). All’epoca della “Guerra dei Boxers” (giugno-agosto 1900) Corto si ritrova in Cina.

1904

All’inizio dell’anno Corto s’imbarca a La Valletta come marinaio sul Vanità Dorata e inizia i suoi viaggi. Fa scalo in Egitto, dove visita le piramidi di Giza. A febbraio raggiunge Ismailia poi fa scalo ad Aden, Mascate, Karachi, Bombay, Colombo, Madras, Rangoon, Singapore, Kowloon, Shanghai e Tien’Tsin.

1904-1905

Verso la fine del 1904 Corto arriva in Manciuria, all’epoca della guerra russo-giapponese (febbraio1904-settembre1905). A Mukden, oggi Shenyang, frequenta la famiglia Song, diventa amico dello scrittore americano Jack London, all’epoca corrispondente di guerra, e incontra Rasputin, un giovane disertore di un reggimento di fucilieri siberiani. Insieme al russo arrivano a Tien’Tsin e s’imbarcano verso l’Africa alla ricerca delle miniere d’oro della Dancalia. Su questo periodo si svolge la storia: “La giovinezza”.

1905-1906

A bordo della nave, nel Mar di Celebes, avviene un ammutinamento e Corto e Rasputin, raccolti da un mercantile raggiungono Valparaiso in Cile e da qui, in treno, arrivano a Santiago e poi in Argentina nel 1905. A Cholila, in Patagonia, incontrano i fuorilegge statunitensi Butch Cassidy, Sundance Kid e Etta Place.

1906-1907

Ricominciano i viaggi di Corto. Nel 1907 si trova ad Ancona, dove incontra il rivoluzionario russo Dzugasvili, allora portiere d’albergo, che diventerà Stalin. Nel 1908 ritorna in Argentina e, all’Hotel Drowning Maud incontra Jack London e il drammaturgo americano Eugene O’Neill.

1908-1913

Nel 1909 Corto è a Marsiglia, e poi a Trieste, dove incontra lo scrittore James Joyce. Nel 1910 è ufficiale in seconda sul Bostonian che trasporta bestiame fra Boston e Liverpool. Nel 1911 arriva in Tunisia, nello stesso anno parte in nave per l’Argentina, ma scende in Brasile, a Salvador de Bahia, dove  passa diverso tempo a Itapoa, ma nello stesso periodo viaggia verso le Antille, nella Nuova Orleans, in India, e in Cina nel 1913.

1913

Corto percorre in lungo e largo l’Indonesia e il Pacifico meridionale: Surabaya (Giava), le Isole Samoa, le Isole Tonga. In questo periodo, diventato pirata, lavora per un personaggio misterioso, il “Monaco”. Il 31 ottobre però, l’equipaggio di Corto Maltese si ammutina e lo abbandona al largo delle Isole Salomone. Il giorno dopo, Corto viene soccorso da Rasputin anch’egli pirata e complice del “Monaco”. Il 1° novembre 1913 è proprio l’inizio de Una Ballata del Mare Salato.

1914

Corto e Rasputin sono nel Pacifico, fra Nuova Guinea, arcipelago delle Bismarck, Isola Escondida (169° longitudine Ovest e 19° latitudine Sud, cioè nelle vicinanze dell’Isola di Niue).

1915

Il 19 gennaio, Corto e Rasputin lasciano Escondida, in direzione dell’Isola di Pitcairn. Fine di Una Ballata del Mare Salato. Da Pitcairn faranno scalo all’Isola di Pasqua, all’Isola di Sala y Gomez, a Iquique (Cile), a Callao (Perù), a Guayaquil (Ecuador) e arrivano a Panama in agosto.

1916

Corto Maltese e Rasputin si lasciano a Panama. Corto, accompagnato dal professor Jeremiah Steiner, dell’Università di Praga e dal giovane Tristan Bantam, conosce, negli anni 1916-17, tutta una serie di avventure in America Latina, riunite negli albi Suite Caraibeana, Mare d’Oro, Lontane isole del vento e La laguna dei misteri. Inizia da Paramaribo (Guayana Olandese, oggi Suriname) con Il segreto di Tristan Bantam, quindi a Saint-Laurent-de-Maroni (Guayana Francese) e Salvador de Bahia (Brasile) nella storia Appuntamento a Bahia, in seguito nel “sertào” brasiliano in Samba con Tiro Fisso, dove incontra per la prima volta la maga Bocca Dorata e infine nell’Isola di Marajo, alle foci del Rio delle Amazzoni in Un’Aquila nella giungla.

1917

E’ l’anno più intenso: sette episodi che si svolgono in America latina (la fine di Suite caraibeana e Mare d’Oro, Lontane isole nel vento e La laguna dei misteri), quindi quattro storie in Europa (inizio della storie Le Celtiche), per Corto Maltese un’avventura al mese di media, da febbraio a dicembre.

Gli 11 episodi del 1917


  • …e riparleremo di gentiluomini di fortuna, dove Corto ritrova Rasputin nelle Antille, a Saint Kitts.
  • Per colpa di un gabbiano, che si svolge nell’Honduras britannico (oggi Belize).
  • Teste e funghi (primo capitolo di Corto sempre un po’ più in là) ambientato a Maracaibo, in Venezuela.
  • La Conga delle banane, ambientata in Honduras e che vede la comparsa di Veneziana Stevenson e di Esmeralda che Corto ha conosciuto a Buenos Aires quand’era una bambina, la mamma di Esmeralda, “Parda Flora” amava Corto.
  • Vudù per il Presidente, che sisvolge alle Barbados (Antille) e poi all’isola di Port Ducal introvabile nelle mappe, ma che Pratt colloca a sud-ovest della Guadalupa.
  • La laguna dei bei sogni, nel delta dell’Orinoco.
  • Nonni e fiabe, nella foresta amazzonica peruviana.
  • L’angelo alla finestra d’Oriente primo capitolo della storia Le Celtiche, tutto ambientato a Venezia.
  • Sotto la bandiera dell’oro, che si può datare in ottobre (dopo la battaglia di Caporetto del 24 ottobre 1917), dove Corto incontra Ernest Hemingway che lavorava come autista di un’autoambulanza. La storia si svolge nel Mar Adriatico e poi a Ulcinj in Montenegro.
  • Concerto in O minore per arpa e nitroglicerina, a Dublino, in Irlanda.
  • Sogno di un mattino di mezzo inverno, ambientata in Inghilterra (a Stonehenge e forse a Tintagel), verso il 21 dicembre, data del solstizio d’inverno, proprio perché il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare si svolge il 24 giugno, festa di San Giovanni, quando si festeggia il solstizio d’estate.

1918

Corto Maltese in primavera si trova in Francia, infatti i due ultimi capitoli della storia Le Celtiche: Cotes de Nuits e rose di Piccardia si svolgono il 20 e 21 aprile sulla Somme, tra Corby e Bray (Corto qui assiste alla morte del Barone Rosso cioè l’Asso dell’aviazione tedesca Manfred von Richthofen, abbattuto a Vaux-sur-Somme) Burlesca e no tra Zuydcoote e Bray Dunes, si svolge invece sulle spiagge del Mare del Nord.

history18Un mese dopo Corto si ritrova a Turban (al-Turba?) nello Yemen (In nome di Allah misericordioso e compassionevole, dove incontra Cush, questo episodio costituisce il primo capitolo della storia Le Etiopiche). A settembre, Corto si trova nella Somalia Britannica (L’ultimo colpo si svolge in una sola giornata, il 13 settembre), poi passa in Etiopia (Di altri Romei e altre Giuliette), e infine in Africa orientale tedesca (oggi Tanzania): quest’ultimo episodio, Leopardi, è datato ottobre 1918.

L’11 novembre Corto si ritrova a Hong Kong, dove possiede una casa (ma il suo domicilio legale è ad Antigua, nelle Antille); qui apprende della fine della guerra e ritrova Rasputin: così comincia Corte Sconta detta Arcana.

1919

Corto è a Shanghai, poi ai confini della Manciuria, della Mongolia e della Siberia, nella regione della città di Manchouli.

1920

Corto, fra la regione di Manchouli e del Lago Dali Nor (o Hulun Nur), viene ferito in un’azione volta a distruggere il treno blindato del generale Tchang (febbraio). Riesce comunque a raggiungere Hong kong via Hailar (Mongolia Interna) e Harbin, in Cina. Giunge ad Hong Kong nella prima quindicina di marzo e, poco dopo il 15 dello stesso mese riparte per la provincia cinese dello Kiang Si (o Xian Jiang) dove, nell’aprile del 1920 finisce Corte Sconta detta Arcana.

1921

Corto è a Venezia. Dal 9 al 25 aprile si svolge la storia Favola di Venezia. In autunno, Corto parte per Rodi dove ha inizio l’episodio La Casa dorata di Samarcanda.

1921-1922

history20Per circa un anno, Corto Maltese va alla ricerca del tesoro di Alessandro Magno (che riuscirà a intravedere) e di Rasputin (che riuscirà invece a ritrovare). Partito da Rodi, arriva ad Adana (Turchia) in dicembre, attraversa il paese fino a Van, passa in Azerbaijian, raggiunge il Mar Caspio (che attraversa in battello da Baku a Krasnovodsk), per arrivare nell’emirato di Bukhara, dove raggiunge Rasputin appena uscito da una prigione chiamata “la casa dorata di Samarcanda”, nelle vicinanze di Baldjouan, a sud-est di Duchambe (oggi capitale del Tajikistan). Qui Corto e Rasputin sono testimoni della morte del generale Enver Pacha (4 agosto 1922). In seguito vanno in Kafiristan (regione dell’Afghanistan, oggi chiamata Nuristan). La casa dorata di Samarcanda finisce il 6 settembre 1922, quando Corto e Rasputin oltrepassano il confine tra Afghanistan e Pakistan (che all’epoca faceva parte dell’impero delle Indie).

1923

All’inizio di giugno, Corto Maltese ritorna in Argentina dopo quindici anni ci arriva a bordo del piroscafo Le Malte della compagnia degli Spedizionieri Riuniti, che faceva rotta tra Amburgo e Buenos Aires. Il 13 giugno inizia Tango che terminerà nella notte del 20 giugno.

1924

Corto visita tutti i cantoni svizzeri. Nelle Elvetiche, dopo un ritiro nel piccolo villaggio di Savuit-sur-Lutry (Cantone di Vaud), in autunno Corto e il professor Steiner andranno a Montagnola (Cantone Ticino) dallo scrittore Hermann Hesse, in seguito Corto andrà a Zurigo con la pittrice Tamara de Lempicka.

1924-1925

A Tarifa (punta all’estremo Sud della Spagna), Corto e Rasputin ricevono dal Venezuela un telegramma del loro amico Levi Colombia che li invita ad una crociera nei Caraibi alla ricerca di Atlantide. Inizia la storia di .

1925-1936

Non si sa molto della vita di Corto Maltese in questo periodo. Si sa che nel dicembre 1928 e nel gennaio 1929 si trova ad Harar (la città etiopica dove visse Rimbaud) in compagnia del romanziere Henry de Montfreid e del paleontologo e teologo Teilhard de Chardin.

1936

Nel luglio 1936 inizia la guerra civile spagnola che durerà fino al maggio 1939. Corto si arruola nelle Brigate internazionali combattendo con John Cornford (figlio della poetessa inglese Frances Croft Cornford, nipote di Darwin). Poi si perdono le tracce di Corto.
Ne Gli scorpioni del deserto, Cush, nel gennaio del 1941, dice a proposito di Corto Maltese: “Sembra che sia scomparso durante la guerra di Spagna”; si apprende così che Corto ha spedito a Cush dalla Spagna un falco, Al-Andaluz.

Dopo il 1936 Scomparso dopo l’”ultima avventura romantica”, la guerra civile spagnola? Potrebbe essere, ma ci sarebbe una lettera, scritta da Pandora in cui si racconta che Corto e Tarao, ormai di una certa età sono andati a vivere da lei e vengono considerati dai suoi  figli come degli “zii”…